Il Gasparro Remoto

Di questi tempi parlare degli errori grammaticali dei politici è come sparare sulla Croce Rossa. Dopo l’ultima gaffe di Gasparri, però, non ho saputo trattenermi.

Immagine

Tweet dell’account ufficiale di Maurizio Gasparri – che poi, scrivere È anziché E’ gli avrebbe fatto risparmiare anche un carattere, oltre ad essere corretto.

Lo scorso giovedì 17 marzo ho visto Gazebo, il programma satirico in onda su Rai 3 condotto da Zoro. Un momento sempre molto esilarante della trasmissione è la social top five: in ogni puntata vengono raccolti e commentati cinque tweet della settimana di personalità rilevanti riguardo a temi politici o sociali caldi, insieme alle reazioni degli utenti. Giovedì al primo posto c’era (altro…)

Monosillabi d’amore

VargasLlosa1.jpg

Avventure della ragazza cattiva, M. Vargas Llosa (Einaudi, 2014)

Anche i Premi Nobel per la letteratura devono stare attenti a traduttori (e revisori) in giro per il mondo.

I monosillabi accentati

I monosillabi prendono l’accento diacritico quando devono essere distinti da parole omografe: (3 p.s. del verbo dare, es. lui mi dà una penna) non si può confondere con da (preposizione semplice, es. vengo da te alle 11).

Nel verificare se esistano o meno omografi di un determinato monosillabo, le note musicali non vengono considerate. Per questo motivo, do (1 p.s. del verbo dare, es. io ti do un libro) non ha omografi e si scrive senza accento.

Captain America: Civil War e il trailer tradotto (male)

Ho visto il secondo trailer di Captain America: Civil War prima in inglese, poi in italiano. Ecco cosa si sono persi per strada.

56e1a8b8ee1f6.jpg

Locandina ufficiale del film

Lo scorso giovedì 10 marzo è finalmente uscito l’ultimo trailer di Captain America: Civil War, l’attesissimo film del Marvel Cinematic Universe – nelle sale italiane il prossimo 4 maggio – che vedrà scontrarsi quasi tutti i supereroi introdotti nei film precedenti, con qualche (altro…)

Editori senza editor

Cattura

Pagina Facebook ufficiale della casa editrice La Nave di Teseo, marzo 2016

A volte non basta essere una casa editrice fondata, fra gli altri, da personaggi del rango di Eco, se non si ha un social media manager che sappia l’italiano.

I monosillabi imperativi

I verbi andare, dare e fare alla seconda persona singolare dell’imperativo costituiscono uno dei pochi casi di troncamento in cui è presente l’apostrofo. Funziona così:

Andare (infinito) – vai (imperativo) – va’ (imperativo troncato)

Dare (infinito) – dai (imperativo) – da’ (imperativo troncato)

Fare (infinito) – fai (imperativo) – fa’ (imperativo troncato)

A volte si crea confusione con , che è la terza persona singolare del verbo dare (es. egli dà). e , invece, non esistono.

Apostrofare rapper

Saini, marzo 2015 (1)

Spogliatoio femminile del Centro Sportivo Saini, Milano, marzo 2015

Le citazioni di Emis Killa fanno venire i brividi. Per le competenze grammaticali delle fan, non per la profondità delle liriche.

L’ho vs. lo:

L’ho = lo ho: voce del verbo avere (o altro verbo con ausiliare avere) + complemento oggetto (es. “Oggi Marco non viene. L’ho visto andare dal medico.”)

Lo = pronome personale oggetto, 3° persona singolare maschile (es. “Ti ho portato un libro. Te lo do dopo.”)

L’aggettivo petaloso e quelli che non hanno capito

Cosa succede quando un bambino delle elementari si inventa una parola e la maestra, anziché sgridarlo, decide di scrivere all’Accademia della Crusca?

12743551_10153325343282124_2728867110371151709_n.jpg

Supporto di National Geographic Channel alla diffusione della parola “petaloso”

Lo scorso 16 febbraio si è diffusa in rete, con il classico passaparola da social media, una notizia molto simpatica: Matteo, un alunno della scuola primaria D. Marchesi di Copparo (FE), ha scritto in un esercizio sugli aggettivi la parola petaloso. Su suggerimento della maestra Margherita Aurora, la parola è stata segnalata all’Accademia della Crusca, che ha risposto (altro…)

Stepchild adoption: troppo inglese per noi?

La stepchild adoption è un tema caldissimo. Lo sarebbe altrettanto se si parlasse di “adozione del configlio”?

hqdefault

© Human Rights Post

Lo scorso 15 febbraio, ovvero due giorni prima che il Senato rinviasse a mercoledì 24 la discussione sul ddl Cirinnà, il gruppo Incipit ha preso posizione sull’espressione principe di questo dibattito politico: la stepchild adoption. (altro…)